home politica dottrina contatto info libri links mappa sito
articoli simili
stampa email salva salva pdf
 
Ordine Chiesa
Anziani
Diaconi
Donne
Uomini
Teologia
Amore
Arbitrio
Creazione
Dio
Escatologia
Evangelismo
Eterodossie
Il Male
La Legge
Peccato
Predestinazione
Riformata
Timore
Sacramenti
Soteriologia
Sovranità
Credi
Ispirazione
Riformati
Storici
Universalismo
Parole
Versetti
Festività
Dicembre 25
Pasqua
Personale
Vivere
Modestia
Morte
Preghiera
Responsabilità'
Tempi Nostri
Il Regno
Potpourri
Aborto
Date
Democrazia
Evangelizzare
Paganesimo
Passaggi
Sermoni
Volantini
Copyright
Emails
Home

Ladri di Tempo

aymon de albatrus

“Ma cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte.” (Mat 6:33)

Ritardo cronico ad appuntamenti è difetto di carattere che dimostra ignoranza,  maleducazione e mancanza di rispetto verso Dio e gli uomini. 


Chi è che non è mai stato infastidito da quelli che, per esempio, abitualmente arrivano tardi, che non pagano i loro debiti in tempo, che consegnano i lori incarichi dopo la scadenza o che procrastinano a completare i loro progetti oltre il tempo concesso? Per tanti arrivare sempre tardi è diventato un modo di vivere.  Sicuramente tutti noi abbiamo mancanza di amore Agape, non soltanto nell'amare ma anche nel dimostrare l'amore per le persone con le nostre azioni.  E' vero le azioni parlano più forte delle parole e così dobbiamo agire contro i Ladri del Tempo, per il loro benessere e il nostro.  Per l'amore che dobbiamo avere per la gente dobbiamo confrontare quelli che hanno la regolare abitudine di arrivare tardi perché è un brutto comportamento che non ha considerazione per gli altri, disturba le attività di chiesa, anche le preghiere degli altri e dimostra nessun pensiero di rispetto per il prossimo.

Tutte le cose che facciamo mandano un messaggio agli altri.  Se, per esempio, siamo regolarmente tardi per la chiesa, per appuntamenti, per riunioni, o per altri impegni che abbiamo preso, quale messaggio mandiamo a loro?  Diversi:

  1. Prima di tutto, se siamo regolarmente in ritardo, diciamo che il nostro tempo è più importante di quello degli altri, che è un messaggio piuttosto arrogante da mandare, che è anche contrario alla Scrittura: “Se infatti qualcuno pensa di essere qualche cosa, non essendo nulla, inganna se stesso.” (Gal 6:3)

  2. In secondo luogo, se siamo sempre in ritardo, esprimiamo che per una persona importante saremmo in tempo, ma per te, beh, non importa tanto.  Ma la Scrittura dice: “non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma con umiltà, ciascuno di voi stimando gli altri più di se stesso.” (Fil 2:3)

  3. Ed infine, quando ritardiamo, dimostriamo di non essere troppo onesti perché le persone oneste rispettano la propria parola data e si mantengono ai loro incarichi specialmente quelli associati al tempo.   (Fil 4:8)

Certe volte la gente ritarda perché a loro non importa tanto che gi altri li aspettino. Credono di avere un certo diritto sul tempo - il loro tempo è più importante del tempo degli altri.  Sembra che abbiano un certo senso di godimento segreto nel fare aspettare gli altri.  Spesso sottostante a questo c'è una questione di controllo: "tu non mi puoi controllare col tempo".  Questi considerano che mantenere i tempi pattuiti è essere controllati e questo è per loro più importante che aver rispetto per gli altri. 

Ho personalmente conosciuto una donna che DELIBERATAMENTE si assicurava di essere sempre in ritardo ad ogni appuntamento e diceva: "Non voglio aspettare gli altri, ma voglio che loro aspettino me".  Che patetica arroganza di importanza meschina. 

Ma essere in tempo è cosa importante.  Certamente non è sempre possibile mantenere i tempi - ma essere in tempo per appuntamenti, per il lavoro, e altre attività che sono associate al tempo è cosa importante e noi dobbiamo fare di tutto a mantenere gli impegni presi perché è la cosa giusta da farsi, inoltre evita discussioni e brutti sentimenti: “Se è possibile e per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti gli uomini.” (Rom 12:18 )

Una triste fonte di concerno per pastori e predicatori è quella gente che arriva regolarmente tardi per il servizio di chiesa o se ne vanno prima che il meeting sia finto. Certi dicono che dovremmo essere contenti di quei ritardatari almeno vengono e di non criticare questo comportamento disgustoso, ma la pratica del ritardo di questi banditi del tempo deve essere confrontata perché indica mancanza di  comprensione sul significato del raduno della gente di Dio: “non abbandonando il radunarsi assieme di noi come alcuni hanno l’abitudine di fare, ma esortandoci a vicenda, tanto più che vedete approssimarsi il giorno.” (Ebr 10:25)

Quei ladri del tempo spesso distraggono l'assemblea e la sacra atmosfera del culto è disturbata dal loro arrivo in ritardo e nel cercarsi un posto.  La Scrittura ci dice che Cristo è presente fra la Sua gente riunita per il culto e che quando la Sacra Scrittura viene letta nella chiesa, Dio stesso parla alla Sua gente.  Certe volte mi chiedo se la gente che arriva in ritardo è cosciente che Gesù è già presente alla riunione o che Dio ha già fatto le prime letture dalla Sua Parola.  O forse pensano che Gesù arrivi in ritardo alle riunioni di chiesa o che se ne va prima della fine?

Chiedo io, questa gente, che è sempre in ritardo per le riunioni, sarebbero in ritardo se avessero un appuntamento con il Re o il Presidente della nazione? Ma le nostre riunioni sono appuntamento con il Re dei re, il grande Dio degli universi, l'Onnipotente Sovrano, il numero UNO di tutto in tutto.  O pensano che Dio sia compiaciuto dal loro comportamento miserabile: “poiché l’Eterno, il vostro DIO è il DIO degli dei, il Signor dei signori, il Dio grande, forte e tremendo, che non usa alcuna parzialità e non accetta regali,” (Deu 10:17)

Il Tempo è una risorsa preziosa e grazie a Dio, TUTTI ne abbiamo la stessa, cioè 24 ore al giorno.  Se il tempo è comodità preziosa, la gente che la ruba agli altri nell'arrivare tardi rompono infatti l'ottavo comandamento: “Non ruberai.” (Eso 20:15).  Questo significa che peccano contro Dio e contro gli uomini, e devono pentirsi di questo e riparare le loro vie.  Ma i pirati del tempo generalmente sono totalmente immemore a questo loro "crimine".  Dobbiamo noi sottometterci ai loro brutti modi e continuare a tollerare questo arrogante comportamento? NO. Dobbiamo confrontarli con l'amore di Cristo ma con fermezza spiegando la malvagità del loro comportamento vergognoso.  Inoltre, la cosa che NON dobbiamo MAI fare e quella di fermare la riunione come loro entrano e ricominciare da capo.  NO! NO! Dobbiamo continuare ad andare avanti, se hanno perso qualcosa, la prossima volta saranno in tempo.

Un'altro tipo di briganti del tempo sono quelli prolissi il cui parlare non ha mai fine.   Blah-blah, blah-blah, blah-blah, blah.  Avete mai ascoltato qualcuno che anche lungamente dopo il tempo prestabilito continua a parlare? Che cosa avete pensato di quella persona? Con tutta probabilità ne eravate fortemente infastidito ad avere il vostro tempo rubato. Naturalmente nessuno pensa che loro sono percepiti come persone che parlano troppo a lungo, altrimenti smetterebbero, si spera. Però qualcuno potrebbe essere consapevole di avere questa spiacevole abitudine, tuttavia essi continuano indisturbati nelle loro filippiche. 

Un oratore diede un interminabile discorso e dopo che aveva finalmente finito uno degli "ascoltatori" si fece abbastanza coraggio per chiedergli: "Quello era un lungo discorso".  "Beh" disse l'oratore, "non c'è orologio nella stanza, così non ho potuto tenere conto del tempo che mi prendevo".  L'altro gli rispose: "Si, ma c'era un calendario sul muro".

Un recente studio ha dimostrato che le donne in media parlano 20 mila parole al giorno mentre gli uomini solo 7 mila.  Un'altro studio dichiara che un uomo nella sua vita spreca circa 3 anni ad aspettare donne.

La Parola di Dio ha questo da dire sulla moltitudine di parole: “Nelle molte parole non manca il peccato, ma chi frena le sue labbra è saggio.” (Pro 10:19)  La gente prolissa che ritualmente va oltre al tempo allocato, sia nel parlare pubblico come in quello privato, infrange l'ottavo comandamento perché sono ladri di tempo. 

E' Dio mai in ritardo?  Assolutamente MAI.  Potreste immaginare cosa succederebbe se nei trilioni di stelle e pianeti ce ne fosse qualcuno ritardatario nella sua orbita?  In breve tempo si scontrerebbero l'un l'altro e non ci rimarrebbe più niente.  Prendiamo per esempio la prima venuta di Gesù: “ma, quando è venuto il compimento del tempo, Dio ha mandato suo Figlio, ....,” (Gal 4:4) Dio mandò il Suo figliolo in ritardo??? Assolutamente NO.  Gesù venne nel perfetto "compimento del tempo".  Gesù nacque nel Suo momento perfetto, nel perfetto tempo della storia.  Non fu un momento a casaccio che Gesù nacque una certa notte in Betlemme.  Dio aveva pianificato il Suo momento sin già dall'eternità.  Gesù non nacque un momento dopo quello prescritto, ne uno prima.  Dall'eternità Dio decretò tutte le circostanze e fece nascere Gesù al perfetto momento nella storia.  

Lo stesso si può dire di TUTTE le profezie pronunciate dai profeti centinaia di anni prima.  Tutte si verificarono come prescritte, ed eccone una pronunciata 700 anni prima della nascita di Cristo: “«Ma tu, o Betlemme Efratah, anche se sei piccola fra le migliaia di Giuda, da te uscirà per me colui che sarà dominatore in Israele, le cui origini sono dai tempi antichi, dai giorni eterni».” (Mic 5:2)

Sarà Gesù in ritardo per il Suo ritorno?  “e dissero: «Uomini Galilei, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesú, che è stato portato in cielo di mezzo a voi, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo».” (Att 1:11 Assolutamente in nessun modo.  Come Egli venne nel Suo tempo perfetto la prima volta, Egli ritornerà nel tempo perfetto come decretato da Dio in perfetto ordine e senza confusione: “perché Dio non è un Dio di confusione, ma di pace; e così si fa' in tutte le chiese dei santi.” (1Co 14:33)

Certi leggendo i versetti concernenti la risurrezione di Lazzaro e come Maria e Marta e gli altri considerano che Gesù era in ritardo ad andare da loro: “Appena Maria giunse al luogo in cui si trovava Gesú, e lo vide, si gettò ai suoi piedi, dicendogli: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto».” (Gio 11:32)   “Ma alcuni di loro dissero: «Non poteva costui che aprì gli occhi al cieco, far sì che questi non morisse?».” (Gio 11:37 Allora, era Gesù in ritardo per quel appuntamento? NO, nemmeno per un micro-secondo.  “Come dunque ebbe inteso che Lazzaro era malato, si trattenne ancora due giorni nel luogo dove egli era.” (Gio 11:6)  Ma perché Gesù si trattenne ancora due giorni prima di partire come richiesto dai Suoi amati?  Perché Egli si occupava delle cose del Padre Suo e doveva dimostrare la potenza di Dio e la vie del Regno Suo: “41 Essi dunque tolsero la pietra dal luogo dove giaceva il morto. Gesú allora alzati in alto gli occhi, disse: «Padre, ti ringrazio che mi hai esaudito. 42 lo sapevo bene che tu mi esaudisci sempre, ma ho detto ciò per la folla che sta attorno, affinché credano che tu mi hai mandato».” (Gio 11:41-42) Per una dissertazione su questo cliccare qui: http://www.albatrus.org/italian/potpourri/sermoni/gesu'_pianse.htm

Sia Dio come Gesù non sono MAI in ritardo per qualsiasi appuntamento, allora perché tu lo sei? 

A quelli che sono cronicamente sempre in ritardo la chiamata e di farci qualcosa a proposito, non è poi tanto difficile.  Per qualsiasi appuntamento vi dovete dare extra tempo per essere IN tempo. E' più facile pianificare di partire prima che attualmente ad arrivarci in tempo.  Datevi sempre extra tempo.

Sedersi ed aspettare qualche minuto non è la fine del mondo.  Infatti le cose andranno ancora più in fretta se arrivate in tempo così non si perderà tempo ad aspettare voi.  Questo vale per qualsiasi tipo di appuntamento, se volete ce la potete fare. 

Generalmente le stesse persone sono sempre in ritardo e quando gli altri partecipanti vedono che sono abitualmente tardi cominciano a pensare: "Hei! I meeting qua non cominciano mai in tempo, allora anch'io verrò più tardi."  E si scivola sempre più in basso da li.  Ecco qua tre passi che permetteranno i meeting di cominciare in tempo.

  1. Assolutamente assicurarsi che tutti capiscano cosa vuol dire "essere in tempo":
    Essere in tempo vuol dire che si deve arrivare almeno 5-10 minuti prima del tempo prestabilito cosi si può cominciare in tempo. NON vuol dire di arrivare precisamente al tempo stabilito per poi cominciare finalmente quando la gente si è messa a posto, 15 o più minuti dopo. e certamente non vuol dire arrivare dopo il tempo stabilito.

  2. Incominciare il meeting IN tempo:
    E' semplice, incominciare la riunione al tempo prestabilito indipendentemente di quante persone ci siano.  Non aspettare per nessuno e non ricominciare come la gente arriva.  Aspettare per qualcuno incoraggia la gente a pensare che va bene ritardare.

  3. Fate notare i ritardatari:
    Quando i ritardatari arrivano, salutateli a voce: "Buon giorno Sig. Rossi, buon giorno Adele" senza discussione e/o ricapitolare quello che si è già detto.

Questa semplice pratica è incredibilmente effettiva ad abituare la gente a venire in tempo e generalmente nessuna ulteriore azione è necessaria, il problema per la maggior parte se ne andrà da solo, se questo approccio è continuamente mantenuto.  E per i prolissi?  Con quelli non c'è altra alternativa ma di interromperli con determinazione.

Conclusione:

Dio è sempre in perfetto orario e noi, come figlioli Suoi, siamo chiamati alla perfezione e quella include il mantenimento dei nostri impegni di occupazione senza rubare il tempo agli altri.

Se siete cronici ladri di tempo e siete sempre abitualmente in ritardo come vostro modo di vita, allora siete veramente dei Ladri di Tempo e peccate e avete bisogno di pentirvi di questa pratica malvagia. Allora con l'aiuto del Signore la smetterete di cercare di stabilire il regno di voi stessi e invece cercherete per primo il Regno di Dio e sarete capaci di ottenere la promessa: “Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica.” (Fil 4:13) e con quella sarete abilitati ad arrivare SEMPRE in tempo per TUTTI i tempi.