home politica dottrina contatto info libri links mappa sito
articoli simili
stampa email salva salva pdf
Ordine Chiesa
Anziani
Diaconi
Donne
Uomini
Teologia
Amore
Arbitrio
Creazione
Dio
Escatologia
Evangelismo
Eterodossie
Il Male
La Legge
Peccato
Predestinazione
Riformata
Timore
Sacramenti
Soteriologia
Sovranità
Credi
Ispirazione
Riformati
Storici
Universalismo
Parole
Versetti
Festività
Dicembre 25
Pasqua
Personale
Vivere
Modestia
Morte
Preghiera
Responsabilità'
Tempi Nostri
Il Regno
Potpourri
Aborto
Date
Democrazia
Evangelizzare
Paganesimo
Passaggi
Sermoni
Volantini
Copyright
Emails
Home

Salvezza in 10 Punti

aymon de albatrus

"Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi; e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto, e il vostro frutto sia duraturo, affinché qualunque cosa chiediate al Padre nel mio nome, egli ve la dia." (Gio 15:16)


Ecco 10 punti Biblici che descrivono l'ordine della salvezza che è da Dio. NON dagli uomini:

  1. Prima che il tempo iniziasse e prima che qualunque cosa fosse stata creata, Dio elesse certi umani all'eterna salvezza dall'Inferno, non dovuto a qualcosa trovato nella creatura, ma (e solo) perché così gli piacque:
    "Benedetto sia Dio, Padre del Signor nostro Gesú Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo, allorché in lui ci ha eletti prima della fondazione del mondo, affinché fossimo santi e irreprensibili davanti a lui nell’amore, avendoci predestinati ad essere adottati come suoi figli per mezzo di Gesú Cristo secondo il beneplacito della sua volontà," (Efe 1:3-5)

  2. Per natura Nessun umano cerca Dio perché i loro cuori sono duri e sempre inclinati al male:
    "come sta scritto: «Non c’è alcun giusto, neppure uno. Non c’è alcuno che abbia intendimento, non c’è alcuno che ricerchi Dio." (Rom 3:10-11)
    "Ora l’Eterno vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che tutti i disegni dei pensieri del loro cuore non erano altro che male in ogni tempo." (Gen 6:5)

  3. Dio interviene sovranamente (al momento giusto) nei cuori (l'essenza dell'uomo) dei Suoi eletti rimpiazzando i loro cuori di pietra con cuori di carne che lo cercheranno con il nuovo spirito ricevuto:
    "Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. Metterò dentro di voi il mio Spirito e vi farò camminare nei miei statuti, e voi osserverete e metterete in pratica i miei decreti." (Eze 36:26-27)

  4. Con questo nuovo cuore (Nati di Nuovo) gli eletti sono abilitati a cercare e ricevere la salvezza in Cristo, Dio avendo concesso a loro il Pentimento alla vita, che è un dono, Non è generato dall'uomo:
    "Gesù gli rispose e disse: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio»." (Gio 3:3)
    "Udite queste cose, essi si calmarono e glorificavano Dio, dicendo: «Dio dunque ha concesso il ravvedimento anche ai gentili per ottenere la vita!»." (Att 11:18)

  5. Gli umani possono credere in Dio solo se è consesso loro da Dio, essendo stati pre-ordinati (eletti alla vita eterna) prima che il mondo fosse:
    “I gentili, udendo queste cose, si rallegrarono e glorificavano la parola del Signore; e tutti coloro che erano preordinati alla vita eterna credettero.” (Att 13:48)
    Nessuno può venire a me, se il Padre che mi ha mandato non lo attira, e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.” (Gio 6:44)

  6. Chi non è nato di nuovo è uomo naturale e non può ricevere le cose di Dio e nemmeno le può capire perché queste sono ricevute spiritualmente e alla sua mente carnale sono follie. Ed ecco perché un uomo non rigenerato non può scegliere Cristo, Dio deve prima intervenire sovranamente in lui con un nuovo cuore e un nuovo spirito:
    “Or l’uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché sono follia per lui, e non le può conoscere, poiché si giudicano spiritualmente.” (1Co 2:14)

  7. Le persone non si salvano da sole per volontà loro, ma sono salvate dalla volontà sovrana di Dio:
    “i quali non sono nati da sangue né da volontà di carne, né da volontà di uomo, ma sono nati da Dio.” (Gio 1:13 LND)

  8. Con lo Spirito di Dio dentro di lui, l'eletto può avere la certezza che è salvato perché adesso essendo spirituale egli crede nel figlio di Dio, il Signore Gesù Cristo:
    “Ho scritto queste cose a voi che credete nel nome del Figlio di Dio, affinché sappiate che avete la vita eterna e affinché continuiate a credere nel nome del Figlio di Dio.” (1Gi 5:13)

  9. C'è un'altra certezza ed è che Dio non è disposto che nessuno dei Suoi eletti (noi) siano persi perché Gesù prega solo per loro:
    Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi.” (Gio 17:9)
    “Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come alcuni credono che egli faccia, ma è paziente verso di noi non volendo che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento.” (2Pi 3:9)
    (il "noi" si riferisce a quelli menzionati in 2Pi 1:1)

  10. E così avendo ricevuto un nuovo cuore ed un nuovo spirito l'eletto viene alla piena conoscenza della salvezza dall'Inferno (in Cristo Gesù) e glorifica Dio per la Sua meravigliosa Grazia, che è dono non meritato, realizzando che è tutto da Dio.  AMEN
    “Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio,” (Efe 2:8)

LODIAMO DIO NEL PIU' ALTO PER IL SUO DONO MERAVIGLIOSO DELLA SALVEZZA AI SUOI ELETTI