home politica dottrina contatto info libri links mappa sito
stampa email salva salva pdf
Ordine Chiesa
Anziani
Diaconi
Donne
Uomini
Teologia
Amore
Arbitrio
Creazione
Dio
Escatologia
Evangelismo
Eterodossie
Il Male
La Legge
Peccato
Predestinazione
Riformata
Timore
Sacramenti
Soteriologia
Sovranità
Credi
Ispirazione
Riformati
Storici
Universalismo
Parole
Versetti
Festività
Dicembre 25
Pasqua
Personale
Vivere
Modestia
Morte
Preghiera
Responsabilità'
Tempi Nostri
Il Regno
Potpourri
Aborto
Date
Democrazia
Evangelizzare
Paganesimo
Passaggi
Sermoni
Volantini
Copyright
Emails
Home

Il Peccato

  Non Posse Non Peccare   (48 KB)   
Nell'era moderna il concetto del Peccato è scarsamente conosciuto, anche in tante chiese. Questa situazione è così perché la nozione di Dio è poco creduta ed anche perché la prevalente percepita importanza dell'uomo nello schema delle cose preclude qualsiasi possibilità a proposito. Inoltre si crede che se Dio esistesse sarebbe un tale essere "bravo" che non contraddirebbe l'uomo, a parte condannarlo per qualsiasi cosa, così l'uomo ribelle dichiara. I non credenti dicono: "Ma io non credo in Dio, perciò l'affare non è applicabile a me" Che pensiero povero è questo. Ma Dio è il Creatore di tutto quello che esiste, incluso i non credenti, e tutto è sotto la Sua Legge, che lo accettino o no.

  Ravvedimento   (52 KB)   
Una cosa che uno non sente predicato in questi giorni malvagi da qualsiasi pulpito è: "RAVVEDETEVI".

Perché è così?

La diagnosi è semplice, davvero, perché il ravvedimento è il riconoscimento di aver sbagliato (trasgressione) e di voltarsi indietro da quello. Ma che cosa è la trasgressione? Beh! Non è altro che peccato e il peccato è la violazione delle Leggi che Dio ha imposto sugli uomini (1Gi 3:4).  Ma gli umani non vogliono che nessuna cosa sia imposta a loro (anche se sono solo creature tenute in vita da Dio) perché nei loro occhi è cosa "politicamente incorretta" e inquietante, essendo ribelli a Dio.  Così il concetto del peccato viene dimesso perché offende e chiunque predica sul peccato in questi giorni decadenti viene accusato di "predica d'odio" e persino messo in prigione.  Ecco perché a stento (se mai si fa) prediche sul peccato e Ravvedimento si sentono da qualsiasi pulpito.

 

  Perdono   (52 KB)   
Contrariamente alla via del mondo, non c’è perdono senza pentimento, e sta a ragione, perché se non c’è ammissione di aver sbagliato, allora non ci può essere perdono perché la risposta ricevuta sarà: "Per cosa?"
Eppure il Signore richiede che noi perdoniamo chi ha trasgredito contro di noi. Come può questo essere riconciliato con il riconoscimento di torto e la giusta retribuzione per quel peccato?

 

  Santità   (48 KB)   
La Santità è lo stato o la qualità si essere Santi. La Santità significa lo stato di essere stati messi a parte per il culto e il servizio di Dio. E' più spesso applicato alla gente ma si può anche applicare ad oggetti, tempi o luoghi. La definizione di Santità nel più alto senso appartiene a Dio e a Cristiani consacrati al servizio di Dio, come sono conformati su tutto al volere di Dio. Amen

 

  Cosa dire per la Rettitudine?   (47 KB)   
Quando i devoti giusti sono in autorità, e hanno l'esercizio del governo civile e l'esecuzione delle leggi nelle loro mani per la protezioni degli uomini buoni nei loro privilegi civili e religiosi e per la punizione di uomini malvagi per l'incoraggiamento di quello che è buono e per scoraggiare tutto quello che è male, la gente gioisce. Qualsiasi nazione è felice sotto tale amministrazione per il bene di tutti, come ognuno gode dei suoi vantaggi.

 

 Concetti del Peccato e della Salvezza   (44 KB)   
Dio ha creato l'umanità con uno "stomaco" spirituale che sarà ripieno in un modo o nell'altro, o dalla vera religione o da credi di convenienza. Attraverso le epoche il genere umano ha sempre cercato qualcosa più grande di se stesso per venerarlo o per giustificare la sua esistenza. Persino il miscredente uomo moderno spende Trilioni di denaro per esplorare l'Universo, futilmente cercando le origini della vita. Questo non è altro che una ricerca scientifica per un creatore di sua fattura, con questo metodo naturale l'uomo moderno cerca un impersonale creatore che non abbia reclami sulla sua vita. Ma Dio è Spirito e va cercato in spirito e verità: (Gio 4:24).

 

 Adulterio, Fornicazione e Penalità   (55 KB)   
Dobbiamo proclamare che l'Adulterio/Fornicazione sono peccati seri e che quelli che ci partecipano in esso non entreranno in Paradiso (1Co 6:9) e che Dio giudicherà coloro che partecipano in questi atti imputi: “Sia il matrimonio tenuto in onore da tutti e il letto coniugale sia incontaminato, poiché Dio giudicherà i fornicatori e gli adulteri.” (Ebr 13:4)

 

 Può il Credente Peccare ?     (47 KB)   
C'è una scuola di pensiero nei circoli Cristiani che interpreta 1Gi 3:9 come significasse che una persona nata di nuovo non può commettere peccato, questa posizione è conosciuta come Antinomianismo, cioè la Legge di Dio non è applicabile contro questa persona perché qualsiasi cosa che egli fa non è peccato per lui. La definizione del vocabolario del pensiero Antinomiano è: "Uno che sostiene che sotto la dispensa della Grazia la legge morale non ha obbligazione o applicazione perché la sola Fede è necessaria per la Salvezza."  A me sembra che questa fantasiosa interpretazione è invece una grossolana scusa per eccitare al peccato.