home politica dottrina contatto info libri links mappa sito
articoli simili
stampa email salva salva pdf
Ordine Chiesa
Anziani
Diaconi
Donne
Uomini
Teologia
Amore
Arbitrio
Creazione
Dio
Escatologia
Evangelismo
Eterodossie
Il Male
La Legge
Peccato
Predestinazione
Riformata
Timore
Sacramenti
Soteriologia
Sovranità
Credi
Ispirazione
Riformati
Storici
Universalismo
Parole
Versetti
Festività
Dicembre 25
Pasqua
Personale
Vivere
Modestia
Morte
Preghiera
Responsabilità'
Tempi Nostri
Il Regno
Potpourri
Aborto
Date
Democrazia
Evangelizzare
Paganesimo
Passaggi
Sermoni
Volantini
Copyright
Emails
Home

Cosa non va con il Cattolicesimo?

February 21, 2011 by Wes Moore
Posted by Permission CHRISTIAN READER  http://christianreader.com/

Qualche settimana fa ho causato una forte agitazione. In un articolo “Positively Discouraging K-Love,” che era sul sempre più crescente superficiale insegnamento delle chiese Protestanti in America, e ho anche fatto un passante ma forte commento sul Cattolicesimo.

In quel articolo ho elencato variate cose che raramente sentirete su radio Cristiane (e, per estensione, dal pubblico in generale). Una delle pallottole che scrissi diceva questo: "Fattori non politicamente corretti come: Omosessualità, religioni false come Mormonismo, Cattolicesimo e Islamismo, e il resto della lista".

Mi aspettavo commenti aggressivi a proposito la mia critica alle radio Cristiane, ma non mi aspettavo tale opposizione a quella breve frase.  Tuttavia, questa tempesta di fuoco mi aiutò a vedere il bisogno di ulteriore insegnamento sul soggetto, e, in qualche modo, sostenere il vero motivo di questo articolo, e cioè "Nessuno ormai insegna su fattori non politicamente corretti".

Perché dovrei criticare il Cattolicesimo?

Prima di tutto, lasciatemi dire che i Protestanti e i Cattolici hanno tanto in comune. La Chiesa Cattolica sostiene tante importanti dottrine Bibliche, come la Trinità, la divinità di Cristo, la Sua nascita vergine, lo Spirito Santo e la risurrezione. Per questo ne sono grato.

Inoltre, applaudo la Chiesa Cattolica per la sua posizione su fattori etici come: aborto, astinenza e matrimoni tradizionali . Ammiro anche il loro impegno alla causa della misericordia nel mondo, incluso il nutrire e vestire i poveri e curarsi degli orfani.

E anche molte altre cose. Nel passare degli anni ho avuto diversi amici Cattolici che ho amato e rispettato. In fatti, le mie due sorgenti di credenze e dottrine Cattoliche (l'edizione 1995 del Catechism of the Catholic Church and Unabridged Christianity by Fr. Mario P. Romero) mi furono date anni fa da uno dei miei amici Cattolici.

Nel criticare gli insegnamenti della Chiesa Cattolica, non dico che i Protestanti ce l'hanno tutta a posta e che Biblicamente non mancano di niente nella loro dottrina o obbedienza pratica (il mio articolo “Positively Discouraging K-Love”dovrebbe essere evidenza abbastanza).

Allora quale è il fattore centrale?

Il nocciolo della questione è i tanti strati dell'insegnamento Cattolico che sono stati depositati sulla centralità delle dottrine Bibliche che ho nominato prima. Questi strati di dottrine false (per "false" mi riferisco a "non vere" o "non Biblicamente sane") che sono state distorte, coperte o completamente alterando la verità su soggetti critici, come: i vangeli, la salvezza e la Scrittura (per dirne qualcuna).

Per illustrate questo punto, in questo articolo voglio evidenziare il caso di Maria, la madre di Gesù. Prima, elencherò l'insegnamento ufficiale della Chiesa Cattolica a suo riguardo, e dopo paragonerò quell'insegnamento con quello che la Bibbia dice.

L'insegnamento Cattolico su Maria:

Secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica, autorizzata dal Papa Giovanni Paolo II come "testo di referenza" per l'intera Chiesa Cattolica [1], ecco otto insegnamenti chiave riguardanti Maria:

  1. Maria nacque senza macchia del peccato originale: "Attraverso i secoli quella Chiesa divenne sempre più consapevole che Maria fu redenta dal momento della sua concezione."

  2. Essa non commise nessun peccato personale (essa era senza peccato) "I Padri della tradizione orientale la celebravano come 'libera da ogni macchia di peccato'" [2]

  3. Essa rimase perpetuamente vergine, mai dormì con un uomo anche dopo la nascita di Gesù: "L'approfondimento della fede nella verginale maternità condusse la Chiesa a confessare Maria alla perpetua verginità"  [3]

  4. Essa fu unita con Gesù nel Suo lavoro di salvezza: "Questa unione della madre con il Figlio nel lavoro di salvezza è manifesto dal tempo dalla verginale concezione di Cristo fino alla Sua morte" [4]

  5. Essa, per virtù della sua unione con Cristo, viene affermato come la causa di salvezza. "Come St. Iranaeus dice,'Essendo obbediente essa divenne la causa di salvezza per lei stessa e per tutta la razza umana.'" [5]

  6. Essa è il simbolo della più perfetta realizzazione della Chiesa: "Immediatamente la vergine e madre è il simbolo e la più perfetta realizzazione della Chiesa." [6]

  7. Essa non morì mai, ma fu presa direttamente il cielo ed esaltata come "Regina": "Alla fine l'immacolata Vergine fu portata su, corpo e anima, nella gloria celeste ed esaltata dal Signore come Regina su tutte le cose." [7]

  8. Perciò ad essa la devozione è dovuto da ogni Cristiano, senza quella l'adorazione Cristiana non può essere completa: "La devozione della Chiesa alla Benedetta Vergine è intrinseco all'adorazione Cristiana"

I problemi Biblici con questi insegnamenti:

Allora quale è il problema?  Permettimi di elencarli e spiegare brevemente:

  1. Il Nuovo Testamento, mentre dando onore a Maria per la sua pietà e il ruolo come la madre terrena di Cristo, essa fu irrilevante dopo la nascita di Gesù. Leggendo i suoi vanti sopra, uno penserebbe che essa era in ogni luogo nel Nuovo Testamento, la costante sorgente del vangelo e dell'insegnamento Apostolico.  Ma non lo è.
    Nel suo libro, Ragionando dalla Scrittura con Cattolici, Ron Rhodes dice questo: "Noi naturalmente penseremo che se Maria avesse importanti ruoli attributi a lei ci sarebbe anche almeno qualcosa su questi scritti nelle pagine della Scrittura. Ma non c'è niente. Nelle Epistole il nome di Maria è virtualmente assente, e questi libri sarebbero precisamente dove uno si aspetterebbe il nome di Maria di essere molto prominente, se la Chiesa Romana Cattolica fosse corretta" [8]

  2. Gesù mai elevò Sua madre nel modo come l'insegnamento Cattolico fa. Se lei fosse tutto quello che la Chiesa Cattolica reclama, allora perché Gesù non insegnò mai questo in tutto il suo ministero?
    Un versetto che potrebbe essere usato per reclamare di come Gesù esaltò Maria potrebbe essere Gio 2:1:11. In questo passaggio Gesù, a richiesta di Sua madre convertì acqua in vino. Questo potrebbe essere non solo evidenza del ruolo d'intercessione di Maria nel ministero di Gesù e anche di come Egli l'esaltò nell'ubbidire la sua richiesta di fare questo miracolo.
    Ma nel contesto, Egli non fece questo miracolo perché dell'esaltato stato di Sua madre. Come fai a sapere questo? Perché Egli gentilmente la rimproverò nel versetto 4, “Gesù le disse: «Che cosa c’è tra te e me o donna? L’ora mia non è ancora venuta»,”

  3. Questi versetti usati per giustificare questi insegnamenti non insegnano quello che è reclamato dal Cattolicesimo. Come con il passaggio da Giovanni, appena menzionato, la stragrande maggioranza dei versetti (se non tutti) usati per giustificare questi otto reclami (e tanti altri) semplicemente non dicono quello che viene implicato che dicono.

Un'altro esempio è Gio 19:27, dove le parole di Gesù all'apostolo Giovanni sono usate come sostegno all'idea che Maria è la "Madre della Chiesa". Gesù dice: "Ecco tua madre".  E da quel momento il discepolo l’accolse in casa sua.”

Prima di tutto, niente è detto nel testo su Maria essendo la "Madre della Chiesa".  Infatti, la chiesa non viene menzionate per niente. Nel contesto Gesù sta per morire, e come il figlio maggiore Egli è preoccupato che sua madre sia curata dopo la Sua morte, specialmente dato che i Suoi fratelli erano miscredenti.  Egli scelse Giovanni per questa responsabilità (il Suo discepolo più vicino e l'unico che ebbe il coraggio di apparire con Lui alla croce) confermando che questa era la Sua ora finale. Di nuovo quotando Rhodes: "Interpretare in questo che Maria divenne la "Madre della chiesa" è un selvaggio, selvaggio travisare." [9]

Che cosa significa tutto questo?

Qualche riferimento ai miei commenti pallottola sopra su Maria. Ecco le parole: "Attraverso i secoli quella Chiesa divenne sempre più consapevole che Maria fu redenta dal momento della sua concezione." e "L'approfondimento della fede nella verginale maternità condusse la Chiesa a confessare Maria alla perpetua verginità". Notare la frase "Attraverso i secoli" e "L'approfondimento della fede....... condusse la Chiesa": Perché hanno detto questo? Perché questi insegnamenti non esistono nel Nuovo Testamento; la Chiesa Cattolica li sviluppò per conto proprio come i suoi col passare del tempo.

Rhodes commenta: "Su una note storica, è altamente rilevante che non fu fino al Concilio di Trento in AD 1747 che la Chiesa Romana Cattolica proclamò il dogma di Maria senza peccato. Inoltre, la maggioranza delle significanti dottrine concernenti Maria sono state dichiarate in poco più dei passati 100 anni." [10]

In questo giace la verità su tante delle dottrine Cattoliche: Attraverso gli anni hanno sviluppato, aggiunto e distorto la Scrittura non dagli Apostoli, o Dio ma da uomini.

Dunque, mi chiedi perché sarei critico della Chiesa Cattolica? Questo è il perché.

E adesso cosa?

Con gratitudine abbiamo la cura a questo deplorevole errore  -- la Bibbia stessa. Indipendentemente della dottrina sotto considerazione, o se sei Protestante o Cattolico, Dio ha preservato il solo certo ordigno contro insegnamenti falsi, la Scrittura stessa. Abbandonare questa protezione per l'opinioni di uomini, che siano preti Cattolici o pastori Protestanti, sarebbe insensato e destinato a portare a inganno e apostasia.

Perciò ai Cattolici o ai Protestanti dico: "Assicurati che l'insegnamento che ricevi dalla tua chiesa sia fondato strettamente sulla Bibbia.  Altrimanti, anche tu diventerai un convertito ad una religione falsa."

 

Notes:
[1] United States Catholic Conference (English Translation), Catechism of the Catholic Church (New York: Doubleday, 1994), 3.
[2] Ibid, paragraph 493.
[3] Ibid, 140, paragraph 499.
[4] Ibid, 273, paragraph 964.
[5] Ibid, 139, paragraph 494.
[6] Ibid, 142, paragraph 507.
[7] Ibid, 274, paragraph 966.
[8] Ron Rhodes, Reasoning from the Scriptures with Catholics (Eugene, Oregon: Harvest House, 2000), 281.
[9] Ibid, 316. This text and response taken from this source.
[10] Ibid, 271.

Ulteriori letture raccomandate:
Wes Moore: Forcefully Advancing John Calvin:
The Institutes of the Christian Religion Tim Challies:
The Discipline of Spiritual Discernment

------------------------------------------------------------

Addendum

Questo ritratto iconico viene da un giornalino Cattolico Italiano 

"Salvami Regina"

Come può Maria salvare qualcuno quando lei stessa confessa di aver bisogno di un salvatore per la sua anima?
E Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore,” (Luc 1:46-47 )

Per quanto riguarda la sua perpetua verginità, la Scrittura dice il contrario:
“E Giuseppe, destatosi dal sonno, fece come l’angelo del Signore gli aveva comandato e prese con sé sua moglie; ma egli non la conobbe, finché ella ebbe partorito il suo figlio primogenito, al quale pose nome Gesù.” (Mat 1:24-25)

"conobbe" nel senso Biblico è fare sesso come illustrato in Genesi 4:1,25. dove Adamo "conobbe" Eva e dopo lei partorì, una cosa che abbisogna precedente sesso.
Inoltre, ovviamente, qui significa di conoscere carnalmente, dato che sia Adamo e Giuseppe conoscevano già le loro mogli personalmente.


Notare:
la Corona
la Tiara Papale
le Chiavi del "Regno"
l'Ostia nel simbolo del Sole