home politica dottrina contatto info libri links mappa sito
articoli simili
stampa email salva salva pdf
Ordine Chiesa
Anziani
Diaconi
Donne
Uomini
Teologia
Amore
Arbitrio
Creazione
Dio
Escatologia
Evangelismo
Eterodossie
Il Male
La Legge
Peccato
Predestinazione
Riformata
Timore
Sacramenti
Soteriologia
Sovranità
Credi
Ispirazione
Riformati
Storici
Universalismo
Parole
Versetti
Festività
Dicembre 25
Pasqua
Personale
Vivere
Modestia
Morte
Preghiera
Responsabilità'
Tempi Nostri
Il Regno
Potpourri
Aborto
Date
Democrazia
Evangelizzare
Paganesimo
Passaggi
Sermoni
Volantini
Copyright
Emails
Home

Appuntamento Anzianato

  aymon de albatrus 


Note Generali

La chiesa non è una Democrazia.

Democrazia:     DEMOS = Popolo   KRATIS = Governare.

Che vuol dire: "Governo del Popolo".
Ovvero: Diritti del popolo, la Voce del popolo, il Voto del popolo.

Dio è assente in questo - la Democrazia non è Scritturale.

La Chiesa è una Teocrazia, vale a dire:
" Governo di Dio attraverso la Sua appuntata autorità ".

La Democrazia non è da Dio, ma dal mondo, è contro Dio e non è parte del Regno di Dio.

Qualche ragione:

1. Elezione democratiche per L’anzianato non sono Scritturali perché e Lui che elegge, e non la congregazione, Atti 20:28

2. A queste lezioni democratiche parteciperebbero anche le donne. Io non vedo proprio come la "gloria dell’uomo" possa giudicare "l’immagine e gloria di Dio" ed eleggere è giudicare. 1Co 11:7,

3. Se la congregazione elegge può anche dis-eleggere, che è non Scritturale perché gli Anziani sono eletti per la vita, essendo appuntati da Dio, e la Sua chiamata è senza pentimento. Questo non è così in un democrazia.   perché i doni e la vocazione di Dio sono senza pentimento. (Romani 11:29)

L’elezione di un anziano va fatta così:

Preparazione

1. Gli anziano in preghiera identificano chi il Signore vuole come anziano,

2. Avendo individuato l’uomo, lo presentano alla congregazione come possibile nuovo anziano secondo il volere del Signore, dando un periodo, diciamo di un mese, per chiunque pensi di avere ragioni gravi (spirituali e/o naturali) perché egli non venga appuntato come anziano. Queste ragioni, firmate, date agli anziani privatamente. per considerare (ragioni gravi, non antipatie),

3. Se non ci sono ragioni gravi, l'identificato anziano viene messo sotto prova, diciamo per sei mesi, cosicché sia lui e gli anziani possono ufficialmente valutare che la chiamata era veritiera. Alla fine dei sei mesi viene ufficialmente appuntato alla posizione di anziano davanti alla congregazione con imposizione delle mani,

4. Se si fanno avanti sospetti gravi, gli anziani devono ben informarsi su questi indizi e se veritieri e sufficientemente gravi allora niente anziano,

5. Nessuna elezione o ballottaggio.

Fattori Essenziali:

1) Gli anziani non sono eletti dalla congregazione perché quello sarebbe democrazia,

2) Gli anziani, in preghiera, individuano l’anziano eletto dal Signore,

3) Gli anziani sono chiamati dallo Spirito Santo e non auto-appuntati o eletti dalla congregazione. Se lo Spirito non chiama è inutile che siano responsabili di questa posizione. Gli altri anziani e la congregazione accetta e conferma quelli che lo Spirito Santo fa anziani. "Badate dunque a voi stessi e a tutto il gregge in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, che egli ha acquistata col proprio sangue" (Atti 20:28),

4) Gli anziani dovrebbero essere provati per dimostrare la loro idoneità all’ufficio,

5) Il periodo di ufficio degli anziani è per la vita a meno che essi si squalificano Scritturalmente, o si dimettono. Se non possono partecipare attivamente, la loro saggezza è lo stesso sempre disponibile alla chiesa,

6) L’Anzianato deve essere una pluralità di uomini qualificati, co-eguali. L’ordinazione di un uomo per l’ufficio di anziano per il ministerio Cristiano è in accordo con:

i) Divina Sovranità: La chiamata di Dio sull’uomo. È Dio che ordina attraverso Gesù Cristo altrimenti l’ordinazione non è valida,

ii) Responsabilità Umana: L’Anzianato e la congregazione riconoscono la chiamata di Dio su quell’uomo e lo accettano davanti alla chiesa,

7) Relazione fra anziani è la co-egualianza fra pari nel termine di ufficio di anziano. Sono tutti uguali per quanto riguarda l’ufficio di anziano, ma c’è differenza di doni dati a loro dal Signore, Ma voi non fatevi chiamare maestro, perché uno solo è il vostro maestro: Il Cristo, e voi siete tutti fratelli. (Matteo 23:8 )

8) In questa co-egualianza di pluralità, è necessario che ci sia un anziano come "primo fra eguali" in virtù delle qualità divine ricevute ed esperienza maturata.

Quello che la congregazione NON PUÒ FARE:

Appuntare gli anziani, o il pastore col metodo democratico (o licenziarli),

Controllare l’anzianato per la direzione della Chiesa,

Controllare le finanze della Chiesa per quanto riguarda la decima e l’offerte,

Prendere nelle loro mani di disciplinare l’anzianato o singolo anziano.

Quello che la congregazione PUÒ FARE

Pregare per l’anzianato,

Consentire ed accettare l’anziano eletto da Dio,

Sottomettersi all’anzianato e ubbidire loro mentre loro ubbidiscono la Parola del Signore,

Consentire e confermare materie legali e finanziarie su acquisti e vendite di immobiliari o altre grosse spese,

Confermare atti disciplinari e di scomunicazione contro membri in peccato grave e senza pentimento.